Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per mostrare servizi in linea con le tue preferenze. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Per non vedere più questo messaggio clicca sulla X.
Messaggi don Orione
thumb

Don Giuseppe ZAMBARBIERI era originario di Pecorara (Piacenza) ed è morto a Roma nel 1988, a 73 anni di età, 44 di Professione e 46 di Sacerdozio. E' persona molto significativa nello scenario della vita della Piccola Opera della Divina Provvidenza. E' stato l'ultimo superiore generale ad avere avuto una frequentazione quotidiana con Don Orione durante gli ultimi due anni della sua vita, quando non era ancora né religioso né sacerdote, come segretario e testimone di confidenze e di santi esempi.
Don Zambarberi godette della grande stima del Fondatore che ne riconobbe il valore quando ancora era giovane studente. “Ho parecchi bravi figlioli – scrisse Don Orione , uno poi, Zambarbieri, è una perla sotto ogni riguardo”. Zambarbieri proveniva dal Collegio “San Giorgio” di Novi Ligure; qui incontrò e restò affascinato di Don Orione che poi seguì e imitò con filiale devozione e intelligenza.
Divenne prima sacerdote, nel 1941, e poi religioso, nel 1943.
Fu direttore a Novi Ligure e a Milano. Nel 1958 fu eletto vicario generale della Congregazione e successivamente superiore dal 1963 al 1975.
Squisito nel tratto, intelligente e tempestivo nei rapporti, di solida dottrina e fedeltà ecclesiale, ebbe profondi e fattivi rapporti con molti ecclesiastici di tutta Italia e altrove. Già nel 1980, un infarto ne limitò prematuramente l’attività. Chiuse la sua feconda giornata terrena il 15 gennaio 1988 all'Istituto di Roma - Monte Mario.
Don Zambarberi godette della grande stima del Fondatore che ne riconobbe il valore quando ancora era giovane studente. “Ho parecchi bravi figlioli – scrisse Don Orione - uno poi, Zambarbieri, è una perla sotto ogni riguardo”.
Volle configurarsi pienamente – intus et in cute – a Don Orione. Interpretò tutta la sua vita ispirandosi a questo eccelso prototipo in ogni ambito della vita. Seppe lasciare nella gente un profumo di santità e di umanità amabilissimo e molto stimolante.
Dal 15 gennaio 2000, la sua salma riposa nella cripta del Santuario della Madonna della Guardia a Tortona, vicino agli altri Padri della Congregazione.

<< Torna indietro